La parola agli sponsor

IFF - International

iff_w
Alessandro Imborgia
Business Development Manager Italy – IFF International

Modellare il caos, interpretare i dati, estrarre conoscenza

Fare ricerca affidabile e di qualità: ecco la mission dei ricercatori secondo Alessandro Imborgia, Business Development Manager Italy di IFF International

“Valore e utilità delle ricerche: la conoscenza come investimento”: sarà questo il focus dell’edizione 2016 dell’Assirm Marketing Research Forum. In che modo la conoscenza si trasforma in investimento, influenzando direttamente business e successo per le aziende? 

Società dell’informazione, società liquida, società della conoscenza, da Bauman ad Alberici, sono moltissimi i sociologi e gli scienziati della politica che hanno fornito la loro visione di società contemporanea. Pur con le loro differenze, tutti concordano sul fatto che oggi più che mai la conoscenza gioca un ruolo cruciale all’interno dei nostri sistemi sociali ed economici. Assistiamo a uno smodato incremento della quantità accompagnato da un parallelo decremento della qualità dell’informazione stessa. La sfida delle aziende è adesso più che mai quella di trarre da questo flusso ininterrotto di conoscenza, spesso confuso, degli elementi validi e affidabili, utili alla crescita. Qui entra in gioco la qualità. L’informazione attendibile, corretta e solida diventa un asset dal valore incommensurabile per le aziende. Scendendo nello specifico del nostro settore, le ricerche di mercato portate avanti con scientificità e rigore risultano quindi indispensabili per poter inquadrare il mercato in modo reale ed obiettivo. 

Trasformare il valore della ricerca in elemento tangibile è oggi più che mai, in uno scenario mutevole e fluido come quello in cui stiamo vivendo, una grande sfida per il settore. In che modo la state interpretando?

IFF è un’azienda che ha nel suo DNA la ricerca quantitativa. Nasce come fieldwork CATI e a tutt’oggi è un punto di riferimento a livello internazionale per i più grossi player presenti sul mercato. Grazie ai nostri studi, i clienti acquisiscono non solo dati ma veri e propri insight, informazioni fondamentali sia a livello B2B che B2C per identificare in anticipo le tendenze del mercato – ed essere sempre un passo avanti agli altri. 

Lei ha da poco fatto ingresso nella realtà italiana di IFF International. Quali saranno nei prossimi mesi i progetti per il mercato nazionale e quali le novità che presenterete al Marketing Research Forum?

Sì, è vero, la mia esperienza in IFF comincia soltanto pochi mesi fa. Ho immediatamente trovato un ambiente nel quale lavorare è un piacere. L’età media del nostro staff non supera i 35 anni, e ognuno di noi è costantemente impegnato nello sviluppo professionale e personale, tenendosi aggiornato a tutti i livelli, sulle ultime tecnologie delle ricerche di mercato. Il Marketing Research Forum di Assirm sarà l’occasione per presentare all’interno del nostro workshop in modo del tutto innovativo i nostri ultimi prodotti, fra cui una nuova metodologia che potrebbe cambiare il modo di fare ricerca.