Nicola Pianon

Senior Partner & Managing Director - The Boston Consulting Group

Nicola Pianon

Senior Partner & Managing Director - The Boston Consulting Group

Profilo

Come trasformare il “Consumer Insight” in fonte di crescita

\r\nIl rapido cambiamento dei comportamenti dei consumatori e delle tecnologie applicate al consumo e al commercio al dettaglio sta minando la natura prevedibile e stabile di molti settori. L’evoluzione delle tecnologie ha sofisticato i bisogni dei consumatori che si aspettano sempre più che i produttoriu di beni di largo consumo e di servizi siano in grado di prevedere le loro esigenze.\r\n\r\nDi conseguenza, i top manager delle aziende stanno cercando di capire come utilizzare nuove fonti esterne di informazioni sui consumatori come i big data, dati sui comportamenti digitali e sui social media e persino dati biometrici per migliorare la loro comprensione dei fenomeni di consumo. Sempre più l’obiettivo è cercare di interpretare in anticipo i comportamenti dei clienti e in questo contesto fare evolvere il ruolo delle funzioni di Customer Insight (CI), in modo che queste ultime possano fornire indicazioni più precise per le attività in corso e per quelle future.\r\n\r\nLa maggior parte delle aziende sta compiendo notevoli sforzi per trasformare le funzioni di CI in qualcosa di più di una semplice ricerca di mercato tradizionale.\r\n\r\nTuttavia,.si rivela, estremamente complicato orientare le aziende verso l’esterno e integrare le funzioni di CI nei processi decisionali e operativi.\r\n\r\nLe aziende che riescono ad attribuire alle funzioni di CI una posizione strategica lo fanno soltanto al coinvolgimento e all’impegno dei propri top executive. Per far sì che assumano un ruolo strategico e, quindi, si trasformino in un vantaggio competitivo, le funzioni di CI devono essere “effettivamente integrate” nei processi decisionali aziendali e devono essere considerate come indicatori chiave capaci di fornire informazioni strategiche di primo piano, utili per risolvere i problemi dell’azienda e dettare il percorso di sviluppo.\r\n\r\n


\r\n\r\n

PROFILO

\r\nNicola Pianon si è laureato in Economia all’Università di Venezia e ha ottenuto un MBA presso l’Insead a Fontainebleau. Responsabile in Italia della practice Luxury & Fashion, è entrato in BCG nel 1991, nell’ufficio di Parigi, e si è trasferito a Milano nel 1993. La sua esperienza nel settore si estende a tutte le principali categorie – dall’abbigliamento agli accessori, dall’home decoration ai luxury yachts – attraverso le differenti geografie del lusso, compresi i mercati emergenti. I progetti da lui seguiti si sono occupati di diversi aspetti come corporate strategy, growth acceleration, clients strategic segmentation, organization redesign, post merger integration, retailing e retail development, go to market strategy, sviluppo di canali digital e omnichannel.\r\n\r\nLo caratterizza in particolare una conoscenza profonda del consumatore del lusso ed è in proposito il responsabile del database realizzato in collaborazione con Altagamma che raccoglie le risposte di oltre 40mila consumatori in 20 paesi e i cui contenuti sono racchiusi nello studio annuale “True-Luxury Global Consumer Insight” e che fotografa andamento e prospettive del settore.\r\n\r\nPrima di entrare in BCG, Pianon ha lavorato per 4 anni in Lever Brothers (Gruppo Unilever) nel settore sales and marketing.\r\n